Calcolatrici Matematiche
Calcolatrice Base

Calcolatrice Base

Questa calcolatrice online esegue operazioni matematiche di base come addizione, sottrazione, divisione e moltiplicazione. Puoi utilizzare la calcolatrice per trovare percentuali e tasse.

C'è stato un errore con il tuo calcolo.

Sommario

  1. Calcolatrice Base
  2. Istruzioni per l'uso
  3. Calcolo delle percentuali
  4. Esempi di calcolo
    1. Tassazione
    2. Calcolare l'area di una casa
  5. Calcolatrice: la storia dello sviluppo
    1. Abaco
    2. Il meccanismo di Antikythera
    3. La macchina da calcolo di Leonardo da Vinci
    4. Gli orologi calcolatori di Schickard
    5. La macchina da calcolo di Blaise Pascal
    6. La calcolatrice di Leibniz
    7. L'Arithmometer di Colmar
    8. Le Calcolatrici nel XX Secolo
    9. Calcolatrici Contemporanee

Calcolatrice Base

Calcolatrice Base

La calcolatrice online ti consente di eseguire rapidamente le operazioni matematiche standard. Questa calcolatrice standard esegue le seguenti procedure:

  • addizione,
  • sottrazione,
  • moltiplicazione,
  • divisione,
  • elevazione alla potenza di 2,
  • estrazione della radice quadrata,
  • identificazione, aggiunta e sottrazione di una percentuale.

La calcolatrice accetta numeri interi o decimali come input. Anche se le operazioni elencate sopra sono a volte facili da eseguire mentalmente, una calcolatrice semplice può essere utile per lavorare con numeri grandi e decimali.

Istruzioni per l'uso

Di seguito sono elencati i comandi speciali inclusi nella calcolatrice:

  • mc sta per "Memory Clear" (Pulizia Memoria), premilo quando vuoi cancellare la memoria della calcolatrice.

  • mr sta per "Memory Recall" (Richiamo Memoria), premilo quando vuoi richiamare il numero attualmente memorizzato nella memoria della calcolatrice. Se la memoria della calcolatrice è vuota, mr restituirà zero.

  • m- sta per "Memory Minus" (Memoria Meno). Quando viene premuto questo pulsante, il numero attualmente sullo schermo verrà sottratto dal numero memorizzato nella memoria della calcolatrice.

  • m+ sta per "Memory Plus" (Memoria Più). Similmente a m-, quando si preme m+, aggiungerai il numero sullo schermo al numero corrente nella memoria della calcolatrice.

  • C.E. è l'abbreviazione di "Clear Entry" (Cancella Inserimento) e dovrebbe essere usato per rimuovere l'ingresso corrente. Nota che questo pulsante diventa visibile solo dopo aver effettuato almeno un inserimento e lo schermo non è vuoto.

  • A.C. sta per "All Clear" (Cancella Tutto). Premi questo pulsante quando vuoi cancellare tutte le voci precedenti. Ad esempio, se desideri calcolare 8-3=? ma hai accidentalmente inserito 8-4, puoi premere C.E. prima di premere il segno =, il che cancellerà solo l'ultima voce – 4 – mantenendo intatta la prima voce – 8. Quindi puoi premere 3 e premere il segno = per ottenere la risposta alla domanda richiesta. Premendo A.C. cancellerai tutti gli input, inclusi l'8. Nota che premendo A.C. non si cancella la memoria; per quello devi premere mc.

  • R2 sta per "Arrotonda a 2 decimali". Ad esempio, se, dopo alcuni calcoli, ottieni un numero che assomiglia a questo: 3.98124567, puoi premere R2 per approssimarlo a un numero dall'aspetto più semplice, che in questo caso sarà: 3.98.

  • R0 sta per "Arrotonda a 0 decimali". Nel nostro esempio precedente, arrotondando 3.98124567 a 0 decimali si otterrebbe il seguente numero: 4.

Supponi che il numero risultante sia molto grande o molto piccolo dopo aver eseguito alcuni calcoli. In tal caso, la calcolatrice utilizzerà la notazione scientifica e per visualizzare la risposta. Ad esempio, se la risposta è 0.00000007, la calcolatrice restituirà 7e-8, che sta per 7×10⁻⁸.

Calcolo delle percentuali

Quando si calcola una percentuale di un certo numero, premendo il segno % verrà automaticamente visualizzato il valore percentuale come decimale. Ad esempio, se devi calcolare il 20% di 75, dovresti inserire 75 × 20%, che cambierà automaticamente il valore da 20 a 0,2. Per vedere la risposta finale, premi il segno uguale, che risulterà in 15 sullo schermo, poiché 15 è il 20% di 75.

La calcolatrice ti permette anche di aggiungere o sottrarre una certa percentuale di un valore dal valore stesso. Anche premendo il segno % verrà automaticamente visualizzato il valore percentuale. Ad esempio, supponiamo che tu debba eseguire l'operazione 60 - 15% dopo aver premuto il segno %. Il numero cambierà automaticamente in 9, poiché 9 è il 15% di 60. Dopo aver premuto il segno uguale, otterrai la risposta desiderata: 51.

Esempi di calcolo

Tassazione

La calcolatrice può essere utile per calcoli rapidi delle imposte sulle vendite. Diciamo che devi calcolare il prezzo totale di acquisto di un articolo con un prezzo di $567 più il 6% di tassa sulle vendite. Inserisci 567 + 6% e premi il segno uguale. Dopo aver premuto il segno %, vedrai il valore dell'imposta sulle vendite applicata a questo acquisto (34,02), e dopo aver premuto il segno uguale, vedrai il risultato finale: 601,02.

A volte, la risposta finale conterrà più di 2 cifre dopo il punto decimale. In tali casi, puoi premere R2 per arrotondare a due decimali. Questo ti darà il prezzo finale in dollari e centesimi.

Nel nostro esempio precedente, se l'imposta sulle vendite fosse del 6,6% anziché del 6%, il valore dell'imposta sulle vendite sarebbe 37,422, e la risposta finale sarebbe 604,422. Per trovare il valore in dollari e centesimi, premi R2, che restituirà 604,42 sullo schermo. Significa che il prezzo totale dell'acquisto sarà di 604 dollari e 42 centesimi.

Calcolare l'area di una casa

Supponiamo che tu debba calcolare l'area della tua casa per sapere quanti pannelli per pavimenti devi acquistare per le stanze. Sai che una stanza ha una lunghezza di 5 metri e una larghezza di 3 metri, e la seconda stanza ha una lunghezza di 4 metri e una larghezza di 6 metri. Sai anche che l'area di una stanza può essere calcolata come segue:

$$Area = Lunghezza × Larghezza$$

Invece di trovare separatamente le due aree e poi sommare i valori, puoi usare la calcolatrice per eseguire tutti i calcoli in una volta. Per farlo, inserisci 5 × 3 =, per ottenere il valore di 15, che è l'area della prima stanza. Quindi premi m+ per aggiungere questo numero alla memoria della calcolatrice. Inoltre, inserisci 4 × 6 =, per ottenere il valore di 24, che è l'area della seconda stanza.

Con 24 ancora sullo schermo, premi il segno più + e mr, per aggiungere il valore dalla memoria della calcolatrice (15, l'area della prima stanza) al valore corrente. Quindi premi il segno uguale per ottenere la risposta finale di 39. L'area di entrambe le stanze si somma a 39 metri quadrati.

Calcolatrice: la storia dello sviluppo

La parola "calcolatrice" deriva dal latino "calculo", che significa "contare", "calcolare". L'origine del nome può anche essere collegata alla parola "calculus", che si traduce come "ciottolo". Inizialmente, nell'antichità, le persone usavano ciottoli per contare.

Abaco

L'abaco fu inventato nell'antica Babilonia intorno al III millennio a.C. Era il prototipo di una macchina da calcolo.

Inizialmente, l'abaco era una tavola, divisa in linee o con incavi. I segni di conteggio (pietre, dadi) si spostavano lungo le linee o gli incavi. In seguito, apparvero modifiche all'abaco, dove ciottoli o ossa per il conteggio venivano posti su aste.

Quando le persone spostavano tutti i ciottoli sulla prima asta da un lato, un ciottolo sulla successiva asta veniva mosso, mostrando il numero delle decine. L'asta successiva mostrava già il numero delle centinaia e così via (allo stesso tempo, il decimo ciottolo nella prima fila tornava alla posizione originale).

In alcune parti del mondo, le persone utilizzavano una variazione dell'abaco sotto forma di telai da conteggio per regolare i conti nei negozi e nella contabilità fino agli anni '80 e '90.

Il meccanismo di Antikythera

Il meccanismo di Antikythera è considerato uno dei più antichi prototipi della moderna calcolatrice. Fu scoperto all'inizio del XX secolo vicino all'isola greca di Antikythera in un relitto. Gli scienziati ritengono che il meccanismo possa essere stato utilizzato nel II secolo a.C. Il dispositivo aiutava a calcolare il moto dei pianeti e dei satelliti. Il meccanismo di Antikythera poteva anche sommare, sottrarre e dividere i numeri.

La macchina da calcolo di Leonardo da Vinci

Nei diari di Leonardo da Vinci, si possono vedere i disegni della prima macchina da calcolo. La macchina era costituita da diverse aste con ruote di diverse dimensioni. Ogni ruota aveva ingranaggi che permettevano al dispositivo di funzionare. Dieci rotazioni della prima ruota portavano a una rotazione della seconda ruota, e dieci cicli della seconda ruota portavano a una rotazione completa della terza ruota. Leonardo da Vinci non fu mai in grado di costruire una macchina da calcolo funzionante durante la sua vita.

Gli orologi calcolatori di Schickard

Nel 1623, il professore tedesco Wilhelm Schickard affermò di aver inventato la macchina da calcolo. La macchina poteva eseguire addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione. Era chiamata "orologio calcolatore" a causa del principio del meccanismo che utilizzava ingranaggi. L'orologio calcolatore di Schickard fu il primo dispositivo meccanico a eseguire quattro operazioni aritmetiche.

La macchina da calcolo di Blaise Pascal

Nel 1642, il diciannovenne Blaise Pascal iniziò a sviluppare una nuova macchina da calcolo. Il padre di Pascal era un esattore delle tasse e doveva affrontare continui calcoli. Così, suo figlio decise di creare un dispositivo per rendere tale lavoro più facile.

La macchina da calcolo di Blaise Pascal era costruita come una piccola scatola contenente molti ingranaggi interconnessi. I numeri necessari per eseguire le quattro operazioni aritmetiche venivano inseriti girando le ruote. Entro dieci anni, Pascal costruì circa 50 copie delle macchine, 10 delle quali vendette.

La calcolatrice di Leibniz

Nel 1673, il matematico tedesco Gottfried Wilhelm Leibniz creò una versione della calcolatrice. Il principio di funzionamento era lo stesso della macchina addizionatrice di Pascal: ingranaggi e ruote. Leibniz aggiunse a questo meccanismo l'innovazione sotto forma di un cilindro gradino chiamato ruota di Leibniz.

Nonostante i difetti meccanici di questo dispositivo, suggerì possibilità per i futuri inventori di calcolatrici. Il cilindro gradino, inventato da Leibniz, fu utilizzato in molti dispositivi di calcolo per i successivi 200 anni.

L'Arithmometer di Colmar

Nella prima metà del XIX secolo, Charles Xavier Thomas de Colmar creò l'arithmometer. Questo primo dispositivo di calcolo disponibile commercialmente poteva eseguire quattro operazioni aritmetiche. L'Arithmometer si basava sulla calcolatrice di Wilhelm Leibniz.

L'Arithmometer di De Colmar era un piccolo meccanismo in ferro o legno con un contatore automatizzato. Poteva eseguire quattro operazioni aritmetiche: addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione. L'arithmometer poteva già gestire numeri di trenta cifre. L'Arithmometer di De Colmar fu prodotto per oltre 60 anni (fino al 1915) e venduto da più di 20 aziende.

Le Calcolatrici nel XX Secolo

Alla fine degli anni '30, il mondo si stava preparando per una nuova guerra. I fabbricanti di armi avevano bisogno di armi con mira precisa per colpire i bersagli nemici.

Uno dei primi dispositivi per controllare il fuoco antiaereo fu il predittore Kerrison. Era un dispositivo di conteggio meccanico che poteva calcolare l'angolo di puntamento delle armi basandosi sulla posizione del bersaglio, i parametri balistici dell'arma e delle munizioni, la velocità del vento e altre condizioni.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il primo computer completamente elettronico, Colossus, fu creato in Gran Bretagna per decodificare le comunicazioni nemiche intercettate. La macchina era specializzata esclusivamente nella decodifica, ma era programmabile e aveva anche un display elettronico.

ENIAC fu creato nell'autunno del 1945, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Era originariamente progettato per scopi militari: per calcolare tabelle di tiro. Ma poteva anche eseguire quattro funzioni aritmetiche di base. L'ENIAC era 1.000 volte più veloce dei computer elettromeccanici e poteva memorizzare numeri di dieci cifre. Richiedeva 17.468 tubi elettronici, 7.200 diodi a cristallo, 1.500 relè, 70.000 resistori, 10.000 condensatori e circa 5 milioni di connessioni saldate a mano.

Il computer pesava circa 27 tonnellate e occupava 167 metri quadrati. ENIAC funzionò fino al 1955 presso il Ballistics Research Laboratory dell'esercito statunitense.

Nel 1961 arrivò ANITA, la prima calcolatrice da tavolo completamente elettronica al mondo, sviluppata dalla società britannica Control Systems Ltd. I calcoli erano basati su tubi a vuoto. E il display usava indicatori a scarica di gas. Queste prime calcolatrici ANITA furono vendute per circa £355, che nel denaro di oggi equivale a circa £4.800 ($8.000).

Canon, Mathatronics, Olivetti, SCM (Smith-Corona-Marchant), Sony, Toshiba e Wang entrarono nella corsa delle calcolatrici.

Nel 1965, Wang Laboratories rilasciò la calcolatrice Wang LOCI-2 con una funzione di calcolo del logaritmo.

Il "Toscal" BC-1411 di Toshiba usava una delle prime versioni della RAM, realizzata con schede di circuiti. L'Olivetti Programma 101, introdotto alla fine del 1965, poteva leggere e scrivere dati su schede magnetiche e stampare i risultati dei calcoli su una stampante incorporata.

La calcolatrice ELKA 22 fu sviluppata dall'Istituto Centrale di Tecnologia Informatica in Bulgaria. Pesa 8 chilogrammi ed era la prima calcolatrice al mondo in grado di estrarre la radice quadrata.

Nel 1967, Texas Instruments rilasciò il prototipo Cal Tech. Questa calcolatrice poteva sommare, sottrarre, moltiplicare, dividere, stampare il risultato su nastro di carta e stare nel palmo della mano. Nel 1985, Casio rilasciò il Casio FX-7000G. Era una calcolatrice considerata ampiamente come la prima calcolatrice grafica al mondo disponibile al pubblico. Era programmabile e aveva 82 funzioni scientifiche.

Calcolatrici Contemporanee

Alla fine del primo decennio del XXI secolo, diverse aziende hanno prodotto in serie calcolatrici con centinaia di modelli per vari scopi. CASIO è il leader nella produzione complessiva di calcolatrici. Nel 2006, CASIO ha annunciato la sua miliardesima calcolatrice.

Oggi possiamo accedere facilmente a varie calcolatrici. Le calcolatrici possono essere suddivise in semplici, ingegneristiche, contabili e finanziarie in base al pubblico di riferimento e alle caratteristiche. Possono lavorare con programmi complessi pre-costruiti nel meccanismo stesso.

Grazie ai linguaggi di programmazione, i professionisti possono ora scrivere applicazioni per calcolatrici specializzate e renderle pubblicamente disponibili su Internet. Calcolatrici matematiche, ingegneristiche, statistiche, mediche, per il fitness, finanziarie, per il calcolo del tempo e per conversioni sono ora disponibili per tutti sul proprio smartphone.